Colori per trucco permanente e tatuaggio

Colori per trucco permanente e tatuaggio

Colori per trucco permanente e tatuaggio (differenze)

Il trucco permanente è meno invasivo del tatuaggio, cioè va meno in profondità nella pelle, i colori utilizzati sono molto tollerati, esclusivamente naturali, testati e certificati.

Inoltre, la durata del trucco è limitata nel tempo, si tratta di un periodo molto lungo,  tuttavia non definitivo come il tatuaggio.

Per il tipo di pigmento usato nella dermopigmentazione estetica e quindi nel trucco permanente o tatuaggio estetico sul viso, è necessario per legge l’utilizzo del colore bioassorbibile. Dunque non va assolutamente impiegato quello indelebile, ovvero quello adoperato per i tradizionali tatuaggi sul corpo.

Ciò è dovuto al fatto che queste due tipologie di pigmenti( bioassorbibile e indelebile) sono fatti si a base di componenti di ossido di ferro, ossido di titanio e ossido di cromo che con il naturale contatto con la luce e con il passare del tempo si ossidano, ovvero il colore  cambia in genere dopo 12 mesi.

Composizione chimica differente dei pigmenti per tatuaggio e trucco permanente

Il pigmento indelebile (Permanente) si differenzia dal bioriassorbibile (delebile) poiché include le “ammine aromatiche” ed un’altra sostanza data dal rivestimento molecolare in “resina acrilica” che ostacola ai macrofagi la fagocitosi e pertanto lo smaltimento del pigmento immesso da parte del nostro corpo.

Perciò il pigmento persisterà a vita nel derma. Pertanto, il pigmento bioassorbibilele è obbligatorio per il viso, in quanto può essere assorbito dal corpo dopo un periodo di tempo (circa 1 anno) senza lasciare effetti indesiderati come l’allargamento delle linee del tratto, cosa che invece accade nel tradizionale tatuaggio.

Il pigmento bioriassorbibile, prima che si inneschi  il processo di ossidazione, ha il privilegio di poter essere assorbito, smaltito dai nostri macrofagi e poi può essere rimpiazzato da un nuovo e fresco pigmento bioriassorbibile. Invece,  il pigmento indelebile (permanente), sarà destinato a cambiare inevitabilmente con un conseguente allargamento o espansione del disegno eseguito, e quindi con risultati spiacevoli per il vostro volto.

Toni di colore nel trucco permanente

Colori per trucco permanente e tatuaggio
Colori per trucco permanente e tatuaggio

Il tono della pelle ha una grande influenza sul modo in cui un colore risplenderà dopo il tatuaggio.

L’inchiostro per tatuaggi va a collocarsi nel derma, cioè sotto lo strato che alla fine si vedrà che è l’epidermide, e risulta molto più acceso rispetto al trucco permanente, che come già abbiamo detto , risulta meno invasivo.

Si evidenzia che il tono della pelle e i pigmenti naturali traspariranno in cima all’inchiostro, per questo i tatuaggi bianchi possono presentarsi gialli sui toni di pelle più scura e i colori più chiari non possono vedersi al meglio su pelli scure.

Scelta di colore per tatuaggio

Quando si deve effettuare la scelta di un colore per il tatuaggio, è necessario sapere cosa contenga l’apposito inchiostro per tatuaggi.

I pigmenti e i vettori possono cambiare decisamente da marca a marca. La cosa fondamentale è quella di essere sicuri che non contengano metalli pesanti, come pure ingredienti che possano provocare una reazione allergica.

I colori usati nel trucco permanente sono pigmenti naturali necessariamente puri e certificati in base le nuove normative europee. Si contraddistinguono per la loro esemplare tollerabilità e assicurano una variazione del tono nel tempo pressoché invisibile e omogenea. Per legge, dovranno essere monodose e sterili.

 

About Mauro Madonna

Mauro Madonna è un grande esperto nel posizionare i siti web sui motori di ricerca,questa tecnica è chiamata SEO. Collabora con molti professionisti di Trucco permanente e tatuaggio. Vuoi aumentare le tue vendite nel trucco permanente? Chiamami 3398993565

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *